(MDMA) Interazione con farmaci e droghe

MDMA è molto frequentemente assunta assieme ad altre sostanze stimolanti, miscelate nelle compresse all’insaputa del consumatore.
L’uso concomitante di cocaina aumenta il rischio di ansia grave. Tutti gli stimolanti aumentano la tossicità di MDMA, in particolare se nella preparazione sono comprese PMMA e PMA.
Sostanze ad azione sedativa, come l’alcol, GHB/GBL e oppiacei possono mascherare i segni dell’intossicazione da ecstasy, rendendo difficile il trattamento al pronto soccorso e nei reparti di rianimazione.
Aumentano la tossicità di MDMA farmaci quali: amiodarone, citalopram, codeina, fluoxetina, aloperidolo, metadone, paroxetina, acido valproico.

Interazione con la terapia antiretrovirale
Il cobicistat rallenta il metabolismo e aumenta la tossicità di MDMA.
Gli utilizzatori abituali di amfetamine in genere non seguono correttamente la terapia anti-retrovirale.