(MDMA) Cosa è, come si usa e quanto se ne usa

MDMA, comunemente Ecstasy.
Inserita nella Tabella 1 del Testo unico sugli stupefacenti (DPR 309/90)
Ecstasy (MDMA) e altre sostanze con azione simile sono delle amfetamine atipiche dette empatiche o entattiche, perché agiscono sull’umore, facendo sentire a proprio agio, socievoli e simpatici. Agiscono favorendo il rilascio delle monoamine (dopamina, noradrenalina e serotonina) e ne bloccano il reuptake, quindi ne aumentando la quantità attiva nel cervello. Agiscono direttamente sul recettore della serotonina 5HT2A , responsabile degli effetti psichedelici.
MDMA è una polvere, in genere venduta sotto forma di compresse. Spesso le compresse portano inciso un logo che contraddistingue il loro produttore (White Doves, Tellow Superman, Apples, Pink Hexagons).
La via di assunzione è quella orale. Quando la polvere viene avvolta in cartine da sigaretta e ingoiata di parla di “bomba” o di “paracadute”.
La dose è di 100 mg di MDMA.
Le compresse di ecstasy contengono sempre delle miscele di sostanze entattiche e stimolanti. Gli effetti variano grandemente dalla formulazione e dai dosaggi. MDMA ha l’azione entattica più spiccata rispetto alle altre sostanze che vengono formulate nelle pillole e che sono in genere degli stimolanti più forti.
Le compresse in commercio hanno rivelato alle analisi quantitativi da 0 mg a 270 mg di MDMA. Frequentemente si trova in esse una miscela con PMA, PMMA e caffeina.

Sostanze che hanno un’azione simile
MDA, MDEA, MBDB. benzofurano, metilone, piperazine come BZP, PMA, PMMA.