ESEMPI DI CANNABINOIDI SINTETICI

I cannaboidi sintetici sono sostanze chimiche di sintesi prodotte per imitare l’azione dei principi attivi presenti nella cannabis, fra cui il THC – tetraidrocannabinolo, ed agiscono sui recettori della cannabis nel cervello. Includono le sostanze: HU-210, HU-211, JWH-018 e JWH-073. Per dare idea della quantità di sostanze classificate in questo gruppo, elenchiamo qui sotto
ESEMPI DI CANNABINOIDI SINTETICI
Tell me more
about it!
I cannabinoidi sintetici agiscono sui recettori cerebrali della cannabis in modo più potente che la cannabis naturale. Le sostanze che sono classificate come cannabinoidi sintetici sono molto numerose. Nella loro forma pura sono delle polveri o degli oli

Sono venduti abitualmente miscelati con delle sostanze vegetali (foglie essiccate di damiana, melissa, menta, timo), sia mescolandoli direttamente alle foglie da fumare (con differenze estreme di concentrazione fra un campione e l’altro del preparato finale) che, dopo essere stati sciolti in un solvente, spruzzati sui vegetali. Il loro aspetto è alla fine più simile all’erba.

Le miscele da fumare sono messe in piccoli pacchetti colorati con delle etichette che descrivono il contenuto come incenso, miscela da fumare e portano l’avvertenza “Non adatto al consumo umano”

I nomi più comuni in commercio?

SPICE, K2, X, TAI HIGH HAWAIIAN HAZE,
MARY JOY, EXODUS DAMNATION,
ECSESS, DEVIL’S WEED, CLOCKWORK ORANGE, BOMBAY BLUE EXTREME, BLUE CHEESE, BLACK MAMBA , ANNIHILATION

La stessa sostanza può essere contenuta in diversi prodotti. Non vi è mai certezza della composizione, né della concentrazione delle sostanze contenute nelle miscele da fumare. All’analisi chimica è risultato che in certi prodotti non c’era traccia di alcun cannabinoide

L’intenzione è quella di far assomigliare questi prodotti all’erba, quindi la via di uso è simile a quello dei derivati della cannabis. Le miscele con cannabinoidi possono essere fumate in canne, assieme al tabacco oppure direttamente con pipe, bong o chilum. Possono essere aggiunti a cibo o preparati sotto forma di tè.

 Esistono dei liquidi per sigaretta elettronica contenenti cannabinoidi, quindi anche questa modalità di inalazione è praticabile e i liquidi si trovano sul mercato illegale. 

 

Sostanze che hanno un’azione simile sono la cannabis e i suoi derivati.

Queste sostanze possono interagire con i farmaci? In che modo?
Mai usare cannabinoidi sintetici con alcol e altre sostanze: i rischi aumentano. Non sapete esattamente cosa avete fumato né lo sanno al pronto soccorso dove potreste finire. Data l’azione di forte stimolo del sistema serotoninergico, è importante evitare di usare cannabinoidi sintetici quando si è in terapia con antidepressivi (paroxetina e altri), perché aumenta il rischio di sindrome serotoninergica (che può manifestarsi con alta temperatura corporea, alta frequenza cardiaca, sudorazione, confusione, convulsioni, danni gravi ad organi come il rene, coma e morte).

E con la terapia antiretrovirale?

Data la differenza chimica fra le numerose sostanze e la loro recente introduzione sul mercato è difficile dare delle indicazioni precise.

Dipendenza e 
Astinenza

Molte sostanze raggruppate fra i cannabinoidi sintetici sono nuove e non se ne conoscono ancora gli effetti tossici. La composizione delle miscele che fumate non è mai nota, i rischi tossici possono essere sconosciuti.

EFFETTI TOSSICI E RISCHI

I rischi dei cannabinoidi sintetici sono simili a quelli dei derivati della cannabis, ma a causa della loro azione più potente è facile che gli effetti sgradevoli e rischiosi siano più frequenti. Anche la durata degli effetti può essere più prolungata.

Non se ne conoscono ancora gli effetti tossici. Sono riportati casi di intossicazione mortale dovuti a cannabinoidi sintetici, usati da soli o in associazione con altre sostanze psicoattive.

FUMARE È SEMPRE DANNOSO, SIA CHE SI TRATTI DI CANNABINOIDI SINTETICI, CANNE O NORMALE TABACCO.
EFFETTI TOSSICI E RISCHI PIÚ COMUNI
Altri effetti
possibili
L’analisi chimica di alcuni prodotti da fumo ha provato la presenza altre sostanze, fra cui: benzodiazepine (phenazepam), triptamine, feniletilamine e allucinogeni NBOMe, catinoni, analgesici oppiodi, benzocaina, difenidina
FOLLOW US ON instagram and facebook